lunedì 8 dicembre 2008

pescespada con paglia e fieno su crema di peperoni (di Marcello Valentino)


Prima di ricopiare la ricetta dall'altro blog... vorrei inserire un piccolo commento, un'aggiunta...
Riguardo oggi queste foto, rileggo la ricetta, ripenso ad allora e.... non posso fare a meno di emozionarmi al pensiero che e' stato l'inizio di un nuovo mondo, di una nuova amicizia, forte e importante, che mi ha spinta a dare la svolta alla mia vita e a vedermi sotto una luce differente.
Quanto di bello mi sta tirando fuori Marcello? non lo so nemmeno io, sinceramente... Ma sono felice di essere partita da qui e quello che ieri non mi sembrava possibile, oggi mi sembra molto vicino... molto tangibile.

Innanzitutto un grazie a Marcello Valentino, che mi ha permesso di riprodurre la sua ricetta ^_^
L'ho vista sul suo forum ieri e non ho resistito: ho voluto provarlo subito :mrgreen:

Noi l'abbiamo trovato delizioso: i sapori sono perfettamente equilibrati, gli elementi semplici, ma ciononostante colorati e ben amalgamati tra loro.
La cremina di peperoni, che presa a solo ricorda quasi una maionesina, mangiata assieme al pescespada, ne esalta il gusto, mentre la croccantezza delle verdure completa il piatto.

Detto cio', procedo a illustrarvi la ricetta, copiandola interamente perche' e' spiegata benissimo (almeno io non ho incontrato alcuna difficolta')
L'unica differenziazione: non avevo aceto balsamico bianco, quindi ho usato il tradizionale riducendolo prima con un cucchiaino di miele (spero di non aver sbagliato, ma col vino faccio cosi' in genere).

qui l'originale:

Ingredienti per 4 persone:
8 medaglioni di pesce spada spessi un dito (purtroppo il pescespada era gia' tagliato, quindi trancio tagliato in due)
1 porro
1 patata da 200g. circa
1 peperone giallo
Mezzo bicchiere di vino bianco secco (viognier)
50g di riso stracotto (ribe)
Olio extravergine di oliva (val di mazara dop)
1 cucchiaio di riduzione di balsamico bianco (il mio era il tradizionale di modena)
Sale grosso di Mothya e pepe nero q.b. (ho usato quello di camargue)

Preparazione:
Tagliare a listarelle molto sottili sia il porro, compresa la parte verde più tenera, che la patata…
Friggerli in abbondante olio extravergine di oliva per non più di 10 secondi e, terminata questa operazione, metterli da parte.
A questo punto, bollire in acqua salata, per 15 minuti circa, il peperone tagliato a pezzi.
Una volta cotto, scolarlo, versarlo in un cilindro da cucina insieme al riso stracotto, il balsamico, il sale e due cucchiaini di olio extravergine di oliva e passare con un frullatore da immersione fino a raggiungere una crema densa ed omogenea.
In una padella scottare i medaglioni di spada, 2 minuti a lato, con dell’olio extravergine di oliva, sfumare con il vino bianco, salare, pepare e mettere da parte a riposare su della carta assorbente per 5 minuti circa.
Nel frattempo, su un piatto da portata, con un pennello da cucina, passare un pò di crema di peperoni, collocare sopra di essa i medaglioni di spada, condirli con qualche goccia di riduzione di balsamico bianco, ed infine coprirli con la paglia e fieno di porro e patate.