venerdì 5 dicembre 2008

Risotto al porro con rose pouching e polvere di pomodorino

Primo compito per casa
Tema: il te' nel primo piatto

Ho chiesto a uno chef che frequenta questo forum e che, graziosamente mi assiste gia' da un po', di darmi dei compiti da svolgere a casa che mi possano aiutare a realizzare piu' volentieri qualcosa di mio.

Ecco quindi la prima ricetta del compito.

Cosa farne del te' in un primo piatto?
e che te' scegliere?
un sapore leggero? forte? impercettibile?

sono un'appassionata di te e ne ho di vari tipi: tra tutti, il te' con i petali di rosa e' uno dei preferiti.
Da' un colorito scuro al risotto, ma d'altronde un sencha con mate' e ortica, poteva risultare gia' troppo marcato come aroma e avrebbe precluso la possibilita' di aggiungere qualcos'altro... un the' verde in bustina non si sarebbe nemmeno lontanamente sentito...

La scelta e' caduta su questo te'.

ps. qualcosa potrebbe sembrarvi ripetitivo, ma e' il frutto di quanto ho imparato e quindi,come tale, e' chiaro che riprendo certe esperienze provate negli ultimi tempi e le metto in pratica.

Ingredienti per 2 persone:

170 g di riso vialone nano
2 litri di te' (ottenuti con poco piu' di due litri di acqua e 5 g di te' alle rose, in infusione per 7 minuti)
mezzo porro
1 noce di burro + 1 altra per mantecare
1/2 bicchiere di trebbiano
sale e pepe quanto basta
polvere di pomodorino quanto basta ***

innanzitutto ho preparato il te' come descritto su.
in un altro pentolino, ho fatto sciogliere 10 g di burro circa e ho aggiunto un cucchiaio di farina, l'ho fatto stare un po' e ho aggiunto un mestolo o poco piu' di te' (se vi risultasse troppo denso, aggiungete un altro po' di te).
Oltre a mescolarlo, l'ho sbattuto un po' con le doppie fruste e ne ho ottenuto una crema bella morbida, aggiustate di sale, un pizzico di pepe.
Tenete da parte: non si indurira', ma se dovesse formarsi la pellicina sopra, riprendete le fruste ;)

Tagliate a rondelline il mezzo porro e fatelo un po' rosolare nel burro, mantenendo la temperatura non alta (altrimenti il burro brucia). Aggiungete il riso e fatelo tostare bene. Versate il mezzo bicchiere di vino bianco (trebbiano), sfumate. Iniziate a versare il te' a mestoli, tenendo sempre la temperatura bassa.

Proseguite cosi' fino ad esaurimento del te (in realta' mi e' avanzato un mezzo mestolo..).
pochi minuti prima della fine, aggiungete il burro e iniziate la mantecatura, volendo potrete aggiungere un pochino (qualche scaglietta) di caprino semistagionato siciliano o del ragusano.
Nel frattempo, avrete versato un cucchiaione di cremina di te nei piatti e l'avrete spolverizzata con il pomodorino tritato.
***Per ottenere la polvere: prendete i pomodorini e fateli asciugare del tutto a 80° in forno e poi passateli al mixer.
Se avete letto il messaggio solo adesso, vi concedo di barare e di infilarli al microonde a 400° per il tempo necessario a farli asciugare. Poi passateli al mixer.

Mettete sopra il riso. Grattugiatevi sopra a scaglie il caprino semistagionato o il formaggio scelto (noi abbiamo provato sia col ragusano che col caprino e potevano andare bene, ma davano sensazioni diverse, quindi attenzione a quello che scegliete), versate un po' di crema e spolverizzate con un bel po' di polvere di pomodorino.

Potete aggiungere ancora un po' di crema a fianco del piatto con delle striscioline fritte della parte verde del porro (che e' buonissima! e da' colore)



con questa ricetta, vista la bella iniziativa di Pasticci e deliri di una strega in cucina partecipo al suo contest e raccolta di ricette di te'.