giovedì 4 dicembre 2008

frittata di pasta di Filippo La mantia




Scritto d'estate, giorno di mare...

Tempo di mare! tempo di incursioni a Mondello!
Cosa si porta in spiaggia? cosa c'e' di meglio di una frittata di pasta?
Stavolta ho voluto provare questa versione di Filippo Lamantia: che ricorda i sapori della nostra terra, i suoi profumi, la sua fragranza.
Un ringraziamento speciale, dunque, a questo chef che mi permette di provare nuove, coinvolgenti sensazioni, in attesa di gustarle direttamente al suo locale, un giorno.
Ingredienti per 4 persone:
50 g di spaghetti, 50 g di caciocavallo, 2 uova, 10 g di mollica tostata, 2 pomodorini ciliegia (io ne ho messi 8: chiedo scusa allo chef, ma io amo i pomodorini), 2 fette di melanzane a tocchetti, 10 foglie di basilico, 5 foglie di menta, olio evo, sale.
Far cuocere gli spaghetti e scolarli al dente. Nel frattempo, friggere le melanzane a tocchetti e metterle su carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso. Sbattere le uova con la mollica, il caciocavallo grattugiato (io ne ho messo anche qualche cubetto sano), le melanzane, la menta e il basilico sminuzzato, i pomodorini a pezzetti, infine gli spaghetti e un cucchiaio di olio.
A questo punto, bisognerebbe friggere il composto, ma io ho usato il forno col crisp perche' abbiamo un solo fuoco in cucina ed era occupato da un'altra padella.
Una volta cotta la frittata, aiutandosi con le spatole, arrotolarla su se stessa e servire (o portare al mare come abbiamo fatto noi ;)