venerdì 16 gennaio 2015

Funghi ripieni di gnocchi con fondutina di grana




Ritornare a cucinare?
In verità non ho mai smesso.
Gli impegni di lavoro e i risvolti della mia vita negli ultimi anni (compreso il fatto di aver scoperto che sono celiaca e aver scelto di diventare nuovamente vegetariana) mi hanno allontanata dal pubblicare ricette.
Inizialmente ero disorientata... Cambiare stile di cucina, la macchina fotografica rotta, la scarsa voglia di creare. Molti fattori hanno contribuito a non scrivere più, ma soprattutto non postare più ricette.
Da qualche giorno, invece, mi è tornata la voglia di provare, di creare, di stupire anche se possibile.
Così, appena alzata, inizio a chiedermi: "e quindi? Cosa mangerò oggi a pranzo? Cosa ho in frigo da preparare?"
Voglia di coccolarmi, senza perdere troppo tempo ai fornelli, ma con qualcosa di sfizioso, anche perché la pausa pranzo dura veramente poco.
Ed ecco che, mentre mi lavavo, ho pensato: "ma per quale motivo non posso inserire gli gnocchi dentro i funghi invece che condirli semplicemente con i funghi stessi?"
E ho provato.
Questo è il risultato.
Ottimo al palato e gradevole alla vista, senza troppe pretese, ma sicuramente da comfort food.
A voi la parola e per voi la ricetta.

Ingredienti per una persona
4 funghi
1 spicchio di aglio
1 pezzetto di peperoncino
olio evo
100 g di gnocchi
20 g di grana grattugiato
un po' di latte
prezzemolo

Preparazione:
Tagliare i gambi dei funghi a tocchetti piccoli.
Fare lo stesso per gli gnocchi se già preparati, altrimenti scegliere di formare piccoli.
Insaporire in padella con poco olio l'aglio e il peperoncino. Aggiungere funghi e gnocchetti, sfumare con un cucchiaio di latte, aromatizzare con prezzemolo e, se necessario, aggiustare di sale. Un cucchiaino di grana ci sta bene.

Riempire le cappelle dei funghi con il composto e inserire in forno a 200° per 10 minuti.
Nel frattempo preparare una fonduta con il resto del grana e un po' di latte, aiutandosi con la frusta.

Impiattare le cappelle ripiene e versarvi sopra la fonduta.